Recensione Elephone Elecam 360 – La video camera a 360° più economica

Nessun commento ancora

Quando Honorbuy.it mi ha detto che era disponibile a inviarmela, ho accettato pur sapendo il rischio che avrei incontrato provando un prodotto che non solo porta con sé una tecnologia piuttosto giovane, ma che oltretutto è attualmente l’esemplare più economico in commercio, convinto che proprio questi 2 fattori potessero dare spunti significativi nell’analizzare il mondo dei video a 360 e forse non mi sbagliavo.

La Elecam 360 come vi dicevo è l’esemplare di videocamera a 360° più economico in commercio eppure a mio parere dal punto di vista estetico non sfigura per nulla, Ad uno sguardo distratto può sembrare una action cam, ma guardandola un po’ meglio è impossibile non notare che sul retro vi è una seconda lente gemella. La scocca è interamente in plastica leggermente gommata e le finiture nonché l’assemblaggio sono sicuramente più che buone. La connessione micro usb e lo slot per la micro Sd sono ben protetti sotto uno sportellino, gli unici 3 tasti presenti sono chiari da identificare comodi da utilizzare, così come molto comodo è il piccolo display superiore, che da un rapido colpo d’occhio sulle funzionalità e sullo stato della videocamera.

Scomodo è invece tenerla in mano e trasportarla, questo perché la sua forma rende praticamente necessario applicare un supporto, fortuna che nella parte inferiore vi è un’attacco a vite standard dove poter applicare accessori fotografici tipo questo piccolo treppiede che diventa anche un’ottimo supporto per tenerla in mano. Altra rinuncia alquanto discutibile è quella di non includere una custodia per il trasporto. Sarebbe bastato anche un sacchettino di pezza, almeno per evitare di sporcare le lenti o peggio ancora rigarle, eventualità piuttosto probabile viste le dimensione e la sporgenza.

Nella confezione però ci sono 2 supporti, che permettono di agganciarla a diversi oggetti, in particolare ad una bici e la possibilità di divertirsi sicuramente c’è.

Il funzionamento è piuttosto intuitivo, nulla di diverso rispetto ad una normale actioncam, qui peraltro le funzioni si limitano a lo scatto di foto in risoluzione di 5 mpx e video in risoluzione 1920×960. non è quindi possibile scegliere altri tipi di ripresa o risoluzioni. L’unica scelta è quella di attivare o meno il wifi, che come vedremo è necessario per collegare uno smartphone alla camera. La Elecam 360 comunque è indipendente dallo smartphone e volendo si può utilizzare tranquillamente anche senza vista la presenza del piccolo display che permette di capire cosa si sta facendo. L’app però permette di vedere in maniera piuttosto chiara un’anteprima della scena e devo dire che sebbene sia un po’ spartana dal punto di vista grafico fa bene il suo dovere, permette di comandare la elecam da remoto e anche di scaricare il file sul proprio smartphone.

E qui veniamo alla prima grande pecca di questo prodotto che sta tutta nel software appunto e nell’app che non permette alcun tipo di condivisione sui social. Già perché è bene che sappiate che per quanto è semplice da usare dal punto di vista hardware, la elecam 360 è tanto più difficile dal punto di vista del software per la gestione delle foto e dei video a 360°. File che vanno scaricati sul computer e convertiti con l’apposito software di Ele, che però su Mac non è in grado di convertire i video ma solo le foto. Fortuna che sul mio iMac Ho anche Windows! Comunque una volta convertito un video, lo si può editare con un qualsiasi software di editing, a patto di esportarlo con la giusta risoluzione e poi andrà convertito ulteriormente con un’app di Google che inserirà i tag necessari per far riconoscere il video a 360° da parte di YouTube. Procedure complessa anche per quello che riguarda le foto da pubblicare su Facebook. Insomma scordatevi di utilizzarla così magari per fare qualche scatto e video con gli amici da condividere immediatamente sui social.

Altro grande problema, che avete potuto saggiare coi vostri occhi nel mio unboxing a 360° che ho pubblicato qualche tempo fa, è sicuramente una qualità delle immagini appena sufficiente e ben lontana da quella a cui ormai siamo abituati anche da un qualsiasi smartphone di medio livello. I dettagli appaiono poco definiti sia nelle foto che nei video e in generale l’esperienza non è delle più appaganti per la vista. Le colpe però secondo me vanno divise tra una tecnologia ancora giovane, tra un’hardware limitato per questione di costi e anche ovviamente da un’ulteriore compressione dell’immagine da parte di YouTube e Facebook che non fa peggiorare le cose.

Conclusioni

Elecam 360

0 Punto

"Nonostante le criticità riscontrate sono davvero contento di averla provata perché la tecnologia dei video a 360° a me piace tantissimo e credo possa dare sfogo a tantissima creatività non appena la qualità lo permetterà. La Elecam 360 però ha il pregio di avere un prezzo davvero contenuto e quindi al momento secondo me è una buona scelta per chi ha voglia di sperimentare senza però dover spendere una cifra elevata, visto che la potete trovare attualmente su honorbuy.it a meno di 150€. "

Miglior prezzo::

€149

Dove acquistare:

Conclusioni

Manuel Agostini

Autore

Manuel Agostini

Nato e cresciuto a pane, Commodore 64 e Dos, una decina di anni fa mi sono appassionato al mondo Apple e ai suoi prodotti, che tutt’ora mi accompagnano quotidianamente. Ciò nonostante non sono un fan boy e nutro “un’insana” passione per i gadget tecnologici di qualsiasi marca e provenienza. Prodotti che amo provare anche se non mi servono, così solo per passione e divertimento!