[Come si fa] Creare un PDF protetto da password in Mac OSX

Commento

Se avete bisogno di creare un PDF blindato con una password di protezione, non serve acquistare Adobe Acrobat o altri costosi software, perché tutto ciò che serve è già all’interno di Mac OSX. Il Mac infatti può nativamente creare PDF protetti in maniera sicura tramite password e oltre a essere gratis è anche incredibilmente facile.

La cosa interessante è che questa protezione può essere applicata da qualsiasi applicazione, perché la password viene applicata con un dal comando “Stampa in PDF”, questo significa che se il vostro documento può essere stampato, potrà anche essere protetto da password. Per questa procedura utilizzerò per comodità TextEdit, ma siete liberi di utilizzare qualsiasi applicazione volgiate.

Ecco come fare:

  1. apri o crea il file che desideri proteggere con la password,
  2. ora vai su File e Stampa,
  3. nella seguente schermata seleziona la casellina PDF e scegli Salva come PDF,Schermata_2013-08-08_alle_12.04.17
  4. inserisci i dati richiesti nei rispettivi campi e seleziona Opzioni di sicurezza,Schermata_2013-08-08_alle_12.06.21
  5. ora bisogna scegliere una password sufficientemente sicura e confermarla, quindi dare l’ok,Schermata_2013-08-08_alle_12.06.42
  6. ora salva il documento come si fa normalmente.

Come avrete notato è possibile anche impostare una password per abilitare la stampa del documenti, la copia o la modifica, ma non era ciò su cui ci stiamo focalizzando in questa guida.

Una volta che il file è stato salvato lo individueremo oltre che dal nome anche dalla nuova icona assegnata dal sistema.

Schermata 2013-08-08 alle 12.09.12

Ora aprendo il file apparirà la seguente schermata, che informa che il file è protetto e per accedere è necessario inserire la password.

Schermata 2013-08-08 alle 12.09.31

Non resta che inserirla ed ecco che avremo accesso al nostro file.

Schermata 2013-08-08 alle 12.10.12

Anche provando ad inserire un password sbagliata naturalmente non riuscirete ad andare oltre la prima schermata e persino con Anteprima vi verrà comunque richiesta la password.

Questo è un’ottimo metodo da utilizzare qualora si condividano documenti riservati tramite i metodi di file sharing o messaggi di email, ma anche per archiviare in maniera riservata alcuni documenti sul proprio computer.

Un metodo sicuro che però non va’ considerato più sicuro di una normale ad esempio di una compressione con archivio zip o di una crittografia AES a 128 bit.

 

Manuel Agostini

Autore

Manuel Agostini

Nato e cresciuto a pane, Commodore 64 e Dos, una decina di anni fa mi sono appassionato al mondo Apple e ai suoi prodotti, che tutt’ora mi accompagnano quotidianamente. Ciò nonostante non sono un fan boy e nutro “un’insana” passione per i gadget tecnologici di qualsiasi marca e provenienza. Prodotti che amo provare anche se non mi servono, così solo per passione e divertimento!

Avanti il prossimo

Correlati Messaggi